La Città della Ceramica

Definita da Marinetti “Libera Repubblica delle Arti”, Albissola Marina è un vero e proprio museo all’aperto. Una città dalle radici lontane, dove l’aria profuma di storia.

vaso di ceramicaAbitata già in epoca preistorica, fiorente centro romano con il nome di Alba Docilia, comune medievale ed in seguito meta di villeggiatura privilegiata delle famiglie nobili genovesi. Albissola era nota già nella prima metà del secolo XVI per le sue fornaci e per la ceramica. Negli anni ’30 con l’approdo in città del movimento futurista l’arte esplode ad Albissola e dagli anni ’50 la presenza di artisti, intellettuali, galleristi, letterati tra i più importanti dell’epoca trasforma l’antico borgo in un luogo d’incontro privilegiato dove si produce arte, si discute, ci si ritrova. Personaggi come Lucio Fontana, Aligi Sassu, Milena Milani, Asger Jorn, il Gruppo Cobra, Wifredo Lam, Agenore Fabbri tracciano un momento storico inimitabile e indimenticabile della storia albissolese, i cui echi influenzano e stimolano ancora oggi l’intensa vita culturale della città.

Oggi Albissola vanta la presenza di moltissimi circoli, gallerie, atelier fautori di un intensa attività artistico-culturale: mostre, performance, installazioni, estemporanee e varie espressioni artistiche che si incontrano e si sviluppano in nuove forme. Camminando per le vie del centro storico si respirano arte, cultura e poesia.. alcune botteghe organizzano corsi di ceramica, in altre è possibile vedere artigiani ancora al tornio, nuove forme d’arte vengono sperimentate ed antiche forme riproposte conservando le migliori tradizioni del territorio.

La città è sede e teatro di importanti eventi che riportano autori di fama nazionale ed internazionale Albissola continua ad essere polo di attrazione e punto di incontro tra arte ed artisti, appassionati ed esperti, un piccolo ma importante paradiso dove il mare lambisce una costa impreziosita dal respiro dell’arte.

 

particolare

 

ENGLISH VERSION


Defined by Marinetti as “Libera Repubblica delle Arti” (“Free Republic of Arts”), Albissola Marina is a real out-door museum. It’s a town with roots very far back in the past , where the air smells of history.

Settled already in Prehistoric Times, prosperous Roman center with the name of Alba Docilia, medieval city state and later preferred holiday destination of noble Genoese families, Albissola was already known in the first half of the sixteenth century for its kilns and pottery. In the 30's with the spread of the Futurist movement in town, the art broke out in Albissola and in the 50’s the presence of the most important artists, intellectuals, gallerists, writers of the period, transformed the ancient village into a privileged meeting place where to produce art, discuss, and meet. Artists such as Lucio Fontana, Aligi Sassu, Milena Milani, Asger Jorn, the Cobra Group, Wifredo Lam, Agenore Fabbri trace a unique and unforgettable moment in Albissola’s history, whose echoes still affect and stimulate the intense cultural life of the city.

Today Albissola boasts the presence of many clubs, galleries, studios, all protectors of an intense cultural and artistic activity: exhibitions, performances, installations, improvised and different artistic expressions that meet and grow into new forms. Walking along the streets of the old town you can breathe art, culture and poetry .. some workshops organize ceramics classes, while in others you can see craftsmen at the wheel, where new forms of art are experienced and the old ones are re-proposed according to the best traditions of the territory.

The city houses important events that bring many authors of national and international fame. Albissola keeps being an attraction and meeting pole between art and artists, fans and experts, a small but important paradise where the sea laps the coast enhanced with art.


(traduzione by Dott.ssa Silvia Lupis, revisione by Prof.ssa Margherita Ferrari)

Condividi su:
Pin It